Questo sito contribuisce alla audience di

Baeyer, Johann Friedrich Adolf von-

chimico tedesco (Berlino 1835-Monaco 1917). Studiò con R. Bunsen e poi insegnò chimica nelle università di Berlino, Strasburgo e Monaco. Al gruppo di ricerca da lui diretto si deve la sintesi dell'indigotina (blu indaco artificiale) realizzata nel 1880 dopo 17 anni di ricerche; nel 1885 espose la teoria delle tensioni di valenza per spiegare la diversa stabilità dei composti aliciclici. Nel 1905 gli venne assegnato il premio Nobel per la chimica in riconoscimento dei suoi contributi teorici e pratici al progresso della chimica organica e industriale, mediante i suoi lavori sui coloranti organici e i composti aromatici e alifatici.

Saggio di Baeyer

Reazione chimica utilizzata per ricercare la presenza di doppi legami etilenici nella molecola di un composto organico di struttura incognita. Si basa sul fatto che i composti a doppio legame vengono prontamente ossidati anche a temperatura ambiente da una soluzione alcalina di permanganato di potassio, la quale si decolora. La reazione di Baeyer è però poco specifica perché risulta positiva anche con molti composti riducenti la cui molecola non contiene doppi legami: ormai viene però usata raramente e la presenza di doppi legami si ricerca con altri metodi, in particolare per via spettroscopica.

Media


Non sono presenti media correlati