Questo sito contribuisce alla audience di

Ballesteros, Francisco López

generale e politico spagnolo (Saragozza 1770-Parigi 1833). Militare di carriera, prese parte alla guerra dell'indipendenza (Bailén, 1808). Ministro della Guerra dopo la Restaurazione (1815), cadde poi in sospetto agli assolutisti e fu allontanato. In seguito all'insurrezione di Riego, dopo essersi in un primo momento offerto di reprimere i moti liberali, si legò ai ribelli, che chiedevano il ripristino della Costituzione del 1812, palesando poi i più aperti principi liberali. Personaggio di primo piano nel triennio costituzionale (1820-23), capitolò però subito davanti ai “100.000 figli di San Luigi” che ristabilirono l'assolutismo e firmò una convenzione in cui riconosceva il nuovo regime; ciò non lo salvò tuttavia dalla condanna a morte voluta da Ferdinando VII nel 1823, il quale aveva annullato tutti i decreti e gli atti del governo liberale. Con l'aiuto del duca di Angoulême riparò in Francia.

Media


Non sono presenti media correlati