Questo sito contribuisce alla audience di

Bambagliuòli, Graziòlo

letterato italiano (Bologna ca. 1291-m. prima del 1343). Notaio, ricoprì a Bologna varie cariche pubbliche; ma, nel 1334, fu costretto ad abbandonare la città e a rifugiarsi a Napoli. Cultore di Dante, scrisse un pregevole commento in latino all'Inferno (1324); lasciò inoltre un Trattato delle virtù morali, in cui si riflette la sua dolorosa esperienza di esule.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti