Questo sito contribuisce alla audience di

Bangkok, stile di-

stile che si sviluppa nella città di Bangkok agli inizi del XIX secolo. Nello studio dell'arte siamese, specie della scultura, i differenti stili recano il nome delle varie capitali in cui questi maggiormente si affermarono . Quello di Bangkok caratterizza la nuova capitale dopo la distruzione di Ayutthaya, di cui eredita i caratteri essenziali, tradotti tuttavia con un'esecuzione fredda e schematica, sia nell'architettura sia nella scultura. Interessante, agli inizi del Novecento, fu la massiccia penetrazione degli stili occidentali, che ben si inserirono nel paesaggio thailandese, superando, nei risultati maggiori, la vistosità del carattere tipicamente coloniale. Larga fu la presenza di artisti italiani tra cui Galileo Chini, il pioniere del liberty in Italia, che decorò, tra l'altro, la sala del trono del nuovo palazzo reale di Bangkok.

Bibliografia

R. Le May, Buddhist Art in Siam, Cambridge, 1938; A. B. Griswold e altri, The Arts of Thailand, Bloomington, 1960; P. Beonio Brocchieri, Il Palazzo di Bangkok, Novara, 1981.

Media

Bangkok.