Questo sito contribuisce alla audience di

Baróti Szabó, Dávid

poeta ungherese (Barót 1739-Virt 1819). Coi suoi Versi fatti su misura nuova fu, nel 1777, fondatore della scuola poetica classicheggiante che introdusse in Ungheria l'uso generale dei metri classici. Baróti Szabó fu il primo traduttore in ungherese dell'Eneide (1810-13). Insieme con Kazinczy e Batsányi fondò la rivista Magyar Museum (1787).

Media


Non sono presenti media correlati