Questo sito contribuisce alla audience di

Barisóne

nome abbastanza diffuso tra i giudici di Sardegna. Uno di essi tenne il giudicato di Arborea dal 1147 al 1185. Nel 1157 sposò in seconde nozze Agalbursa di Cervera, nobile catalana. Nel 1164 ottenne da Federico I l'investitura dell'intera isola col titolo regale ed è anche di questo periodo un accordo coi Genovesi che si impegnarono ad accordargli aiuto politico e finanziario (ca. 4000 marchi). Ma Barisone nel 1165 venne sequestrato dai suoi creditori, mentre il Barbarossa concedeva l'investitura della Sardegna al Comune di Pisa. Un trattato del 1168 sottoscritto dal Barisone peggiorò la situazione e dette modo a Genova e a Pisa di estendere la loro influenza sull'isola. Al suo ritorno le condizioni a lui favorevoli per un completo dominio dell'isola non esistevano più. Negli ultimi anni di vita Barisone, che si era associato al regno il nipote Ugo Ponzio di Cervera, si occupò della fondazione di chiese e ospedali e si avvicinò per ragioni economiche a Pisa mirando sempre all'unificazione dell'isola.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti