Questo sito contribuisce alla audience di

Barletta, Leónidas

scrittore argentino (Buenos Aires 1902-1975). Partecipò al “grupo de Boedo”, che propugnava un'arte sociale e populista. Esordì con le Canciones agrías (1924; Canzoni agre), i racconti brevi di Cuentos realistas (1923; Racconti realisti) e Los pobres (1925; I poveri), cui fecero seguito Los destinos humildes (1938; I destini umili) e La felicidad gris (1945; La felicità grigia). Con il romanzo realista La ciudad de un hombre (1943; La città di un uomo) ottenne il Premio Nacional de Literatura. Tra le altre opere di Barletta: Historia de perros (1950; Storia di cani), Cuentos del hombre que daba de comer a su sombra (1957; Racconti dell'uomo che dava da mangiare alla sua ombra), i saggi di Viejo y nuevo teatro (1960; Vecchio e nuovo teatro) e De espaldas a la luna (1964; Volgendo le spalle alla luna). A Barletta si deve l'apertura del Teatro del Pueblo a Buenos Aires nel 1930.

Media


Non sono presenti media correlati