Questo sito contribuisce alla audience di

Bartolomèo, Fra'- (pittore)

(o Bartolomèo di Paolo o Bàccio della Pòrta), pittore italiano (Soffignano, Prato, 1472-Pian di Mugnone 1517). Allievo di Cosimo Rosselli, prima del 1494 aprì bottega con Mariotto Albertinelli (opere di collaborazione: l'Annunciazione del duomo di Volterra, l'affresco con il Giudizio universale di S. Maria Nuova a Firenze, oggi a S. Marco, terminato dopo il 1500). Nel 1500 entrò nell'ordine dei domenicani e dal 1501 operò al convento di S. Marco (opera significativa di questo momento è l'Apparizione della Vergine a San Bernardo, Accademia di Firenze, 1506); nel 1508 compì un viaggio a Venezia. Del 1509 è la Madonna fra S. Stefano e il Battista nel duomo di Lucca, del 1512 la Madonna e Santi alla Galleria degli Uffizi a Firenze, opere che rivelano una felice sintesi di influenze da Leonardo e Raffaello, ma che, nella ricerca di una monumentalità per masse colorate emergenti da un chiaroscuro avvolgente, accennano già a moduli che saranno del primo manierismo fiorentino. Dopo un soggiorno a Roma (1514), lo stile di Bartolomeo assunse toni enfatici e un colore più duro e cangiante (San Marco di Palazzo Pitti a Firenze e la Madonna della Misericordia della Pinacoteca di Lucca), ma ritrovò nelle ultime opere una nuova interiorità (Salvatore tra gli Evangelisti e Pietà, portate a termine da G. Bugiardini, a Palazzo Pitti).

Media

Fra' Bartolomeo.