Questo sito contribuisce alla audience di

Bassi, Martino

architetto italiano (Seregno 1542-Milano 1591). Assistente di V. Seregni dal 1567, fu incaricato in seguito di continuare la costruzione della chiesa di S. Vittore a Milano. Attivo alla Fabbrica del Duomo, nel 1570 scrisse i Dispareri in materia d'architettura et perspettiva con pareri di eccellenti e famosi architetti che li risolvono (1572) confutando le teorie, i progetti e i lavori già iniziati alla fabbrica da P. Tibaldi, per mezzo di citazioni dal Vignola, dal Vasari e dal Palladio. Lavorò alle fortificazioni di Asti, Novara, Alessandria e Santhià. Lasciò progetti per la facciata di S. Maria della Passione a Milano (1573) e completò, subentrando a G. Alessi, la facciata di S. Maria presso S. Celso. Nel 1587 succedette al Tibaldi nella Fabbrica del Duomo e nel completamento di altre opere (chiesa di S. Fedele). Sua realizzazione importante fu la ricostruzione della cupola della basilica di S. Lorenzo Maggiore (dal 1574 sino alla morte).

Media


Non sono presenti media correlati