Questo sito contribuisce alla audience di

Bastìa Umbra

comune in provincia di Perugia (17 km), 202 m s.m., 27,62 km², 18.400 (bastioli), patrono: san Michele (29 settembre).

Centro posto nella pianura alla confluenza dei fiumi Tescio e Chiascio. Circondato anticamente dalle acque del lacus Umber (prosciugato nel sec. VI d. C.), fu chiamato Insula Romana. La sua importanza risale all'età medievale e in particolare ai sec. XIV-XV, allorché si affermò come città-fortezza, contesa con alterno successo tra Perugia e Assisi. Soggetto ai Baglioni dalla metà del Quattrocento, passò dal sec. XVI sotto il dominio pontificio. § La chiesa di Santa Croce (sec. XIII) conserva un trittico (1499) di Niccolò di Liberatore, detto l'Alunno e affreschi di scuola umbra; la chiesa di San Rocco fu edificata dopo la peste del Seicento. Di pregevole fattura il ponte sul Tescio e la rocca medievale.§ Aziende sono presenti nei settori delle conserve, della pasta, dei mangimi, della lavorazione del tabacco, dell'arredamento, meccanico, impiantistico e chimico. Fiorenti l'agricoltura e l'allevamento.

Media


Non sono presenti media correlati