Questo sito contribuisce alla audience di

Beauharnais, Eugènio di-

viceré d'Italia, duca di Leuchtenberg, principe d'Eichstädt (Parigi 1781-Monaco di Baviera 1824). Figlio di Giuseppina, prima moglie di Napoleone, e di Alexandre de Beauharnais, aiutante di campo di Bonaparte durante la campagna d'Egitto (1798), diventò capo di squadrone a Marengo (1800) e più tardi colonnello (1802) e generale di brigata (1804). Nel 1805, alla costituzione del Regno d'Italia, fu nominato viceré e risiedette a Milano. Consigliato dal Caffarelli, diede impulso all'economia anche attraverso un maggior sviluppo dei lavori pubblici, riorganizzò l'esercito, curò il miglioramento delle università e la diffusione del codice napoleonico. Partecipò alle campagne dell'imperatore e durante la ritirata dalla Russia (1812) gli venne affidato il comando dell'esercito napoleonico. Restò fedele all'imperatore ma, dopo l'insurrezione di Milano (1814), si rifugiò a Monaco, presso Massimiliano I di Baviera di cui aveva sposato (1806) la figlia Amalia Augusta.

Media


Non sono presenti media correlati