Questo sito contribuisce alla audience di

Bednorz, Georg J.

fisico tedesco (Münster in Westfalen 1950). Laureatosi all'Università di Münster, proseguì i suoi studi presso il Politecnico di Zurigo, e in questa stessa città lavorò nel Laboratorio Ricerche dell'IBM, dove collaborò con K. A. Müller negli studi sui superconduttori. I due fisici riuscirono a ottenere (1986) un superconduttore operante sotto i 35 K (–238 ºC), cioè a una temperatura più accessibile di quelle fin allora necessarie, vicine a –273 ºC. Il loro superconduttore non era metallico, a differenza dai precedenti, ma constava di ossidi di lantanio, bario e rame. Su questo stesso principio furono poi costruiti, da altri, superconduttori con temperature di transizione ancora più alte e perciò ancora più accessibili. Per questa scoperta, che rende possibile l'impiego dei superconduttori in vari campi (computer, acceleratori di particelle, mezzi di trasporto, ecc.), Bednorz e Müller hanno ricevuto nel 1987 il premio Nobel per la fisica.

Media


Non sono presenti media correlati