Questo sito contribuisce alla audience di

Beiderbecke, Leon Bix

cornettista e pianista jazz statunitense (Davenport 1903-New York 1931). Di origine tedesca, fu educato nel culto dei compositori romantici; scoprì il jazz grazie ai battelli sul Mississippi che passavano davanti casa. Rinunciò a studi musicali formali, imparò in qualche modo a suonare la cornetta, ed entrò in un'orchestrina studentesca, i Wolverines (1924). Mentre migliaia di suoi coetanei bianchi si eccitavano per il jazz afroamericano perché ballabile, il giovane sognatore Beiderbecke concepì l'ambiziosa chimera di una musica che unisse la vitalità ritmica afroamericana a un afflato lirico romantico. I suoi pochissimi dischi sono tra i capolavori del jazz bianco. Nel contempo, per vivere Beiderbecke dovette suonare in orchestre da ballo (come quella celebre di P. Whiteman), dalle cui incisioni fa capolino ogni tanto. Ha lasciato anche 4 composizioni per pianoforte, surreali ibridi tra il jazz e Debussy.

Media


Non sono presenti media correlati