Questo sito contribuisce alla audience di

Beltramèlli, Antònio

scrittore italiano (Forlì 1879-Roma 1930). Subì la suggestione del dannunzianesimo, innestando i miti eroici del nazionalismo nella descrizione dell'ambiente romagnolo, e divenne uno dei maggiori esponenti della cultura protetta dal fascismo. Nel 1929 fu nominato accademico d'Italia. Giornalista e critico, Beltramelli scrisse anche libri di viaggio e per ragazzi. Tra le sue numerose opere narrative si ricordano: Anna Perenna (1904), Gli uomini rossi (1904), Il cavalier Mostardo (1921), Il passo dell'ignota (1927).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti