Questo sito contribuisce alla audience di

Belzóni, Giovanni Battista

archeologo ed esploratore italiano (Padova 1778-Gwato, Benin, 1823). Dopo una giovinezza avventurosa trascorsa in Italia, Francia e Inghilterra, nel 1815 si recò in Egitto dove divenne amico del console inglese H. Salt, amatore dell'arte egizia. Dopo il successo ottenuto con l'organizzazione del trasporto della statua colossale di Ramses II da Tebe al British Museum, si dedicò a prospezioni e ricerche archeologiche. Scoprì tra l'altro la tomba di Seti I nella Valle dei Re (1817) e l'ingresso della piramide di Chefren (1818); diresse scavi a Karnak, Abu Simbel, El Giza. Tornato a Londra, pubblicò un libro sulle sue esperienze di archeologo, corredato dai disegni da lui fatti sulle tombe egizie (1820 e 1822). Morì durante un viaggio alla ricerca delle sorgenti del Niger.

Media


Non sono presenti media correlati