Questo sito contribuisce alla audience di

Benedétto XIV (papa)

(al secolo Prospero Lambertini). Papa (Bologna 1675-Roma 1758). Arcivescovo di Ancona nel 1728, fu creato cardinale l'anno successivo da Benedetto XIII. Nel 1731 fu trasferito nell'arcidiocesi di Bologna. Salì al soglio pontificio nel 1740 dopo un travagliato conclave. Da studioso qual era di teologia e diritto, favorì le arti e le scienze (quelle storiche in particolare). Arricchì di opere importanti la Biblioteca Vaticana e ne fece iniziare la catalogazione generale dei manoscritti. Emanò inoltre un nuovo regolamento cui doveva ispirarsi la congregazione dell'Indice nella censura dei libri. Per la sua particolare abilità e prudenza politica Benedetto XIV fu ben visto dalle corti d'Europa, sia protestanti sia cattoliche. Fra le sue bolle vanno ricordate la Ex quo singulari, con cui affrontava la famosa questione dei “riti cinesi”, imponendo ai missionari di distruggere tutti gli usi dichiarati superstiziosi, e la Ex omnibus, che richiamava il carattere obbligatorio dell'enciclica Unigenitus. Nell'opera omnia è da ricordare il De servorum Dei beatificatione et beatorum canonizatione (1734-38). Interessante è anche la sua corrispondenza, pubblicata solo nel 1912.

Media


Non sono presenti media correlati