Questo sito contribuisce alla audience di

Benedétto da Maiano

(Benedetto di Leonardo, detto da Maiano). Architetto e scultore italiano (Maiano, Firenze, 1442-Firenze 1497). Personalità assai notevole della cultura fiorentina del secondo Quattrocento, iniziò la sua attività nella bottega paterna come “legnaiolo”, collaborando strettamente col fratello Giuliano da Maiano, la cui personalità influenzò sicuramente Benedetto da Maiano nelle sue realizzazioni architettoniche: il portico di S. Maria delle Grazie ad Arezzo (ca. 1490), che elabora con grazia linearistica forme brunelleschiane, e palazzo Strozzi a Firenze (ca. 1489, terminato dal Cronaca), che porta a esemplare equilibrio le precedenti esperienze sul palazzo fiorentino, da Brunelleschi a Michelozzo. L'opera scultorea di Benedetto da Maiano, cui fu legata la sua maggior fama, rivela influssi di Antonio Rossellino, specialmente nei realistici ritratti (busto di Pietro Mellini, 1474, Firenze, Museo del Bargello; busto di Filippo Strozzi, 1491, Parigi, Louvre), e della corrente ghibertiana, in opere che riprendendo strutture brunelleschiane portano l'elemento decorativo a un alto grado di finezza ed eleganza: a Firenze, il pulpito di S. Croce (1475-80), la porta tra le sale dell'Udienza e dei Gigli in Palazzo Vecchio (1481), importante complesso architettonico-decorativo, e il monumento funebre di Filippo Strozzi in S. Maria Novella (iniziato 1491); a Siena, il ciborio dell'altare maggiore in S. Domenico.

Bibliografia

L. Dussler, Benedetto da Maiano, Monaco, 1924; G. Galassi, La scultura fiorentina del Quattrocento, Milano, 1949; G. Pampaloni-M. Salmi, Palazzo Strozzi, Roma, 1963; F. Hartt-G. Corti-C. Kennedy, The Chapel of the Cardinal of Portugal at S. Miniato in Florence, Filadelfia, 1964.

Media

Benedetto da Maiano.