Questo sito contribuisce alla audience di

Benelux

(o Uniòne del Benelux, “Belgique, Nederland, Luxembourg”). Sigla indicante l'organizzazione intergovernativa sorta con il Trattato per l'Unione doganale, stipulato a Londra il 5 settembre 1944 dai governi in esilio di Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo. Approvato dai rispettivi Parlamenti nazionali nel 1947, il trattato prevedeva l'abolizione dei diritti doganali alle frontiere tra i tre Stati e l'istituzione di un'unica tariffa verso l'estero: primo passo verso la creazione di un'organica unità economica fondata sull'armonizzazione delle politiche agricole, sociali e industriali. Se il Benelux ha raggiunto livelli di sviluppo notevoli sul piano della crescita commerciale, dell'aumento del reddito e della produzione, non è però riuscito a conseguire quella più completa integrazione delle economie che fu scopo primario dei suoi promotori. Dopo l'inserimento nella CEE il Benelux ha continuato a sussistere, approfondendo i vincoli anche con gli altri Paesi europei (accordo dell'Aia del 1958, entrato in vigore il 1º novembre 1960). Suoi organi sono: un Comitato dei Ministri dei tre Paesi; un Consiglio Consultivo Interparlamentare (istituito nel 1961); un Consiglio dell'Unione Economica, incaricato dell'attuazione delle delibere del Comitato dei Ministri e autorizzato a sottoporgli proposte, nonché a coordinare l'attività delle varie commissioni tecniche; un Consiglio Consultivo Economico e Sociale (CCES); un Collegio Arbitrale, per la soluzione definitiva (a maggioranza dei voti) delle controversie suscitate dall'applicazione degli accordi intergovernativi suddetti; una Corte di Giustizia, istituita il 31 marzo 1965 per assicurare l'uniformità delle giurisprudenze nazionali nell'interpretazione delle norme concordate e per rendere pareri giuridici su richiesta del Comitato dei Ministri; e infine un Segretariato Generale, con sede a Bruxelles, composto da un segretario olandese, un vicesegretario belga e uno lussemburghese. L'Unione del Benelux si inquadra nelle comunità europee, di cui i suoi membri fanno parte.

Media


Non sono presenti media correlati