Questo sito contribuisce alla audience di

Benserade, Isaac de-

poeta francese (Lyons, Normandia, 1613-Gentilly 1691). Entrato all'Hôtel de Rambouillet nel 1634, fu poi accolto alla corte di Luigi XIII e a quella di Luigi XIV. Dopo il 1651 Luigi XIV lo invitò a cooperare con Molière e Lulli all'organizzazione dei famosi ballets de cour; tale incarico durò fino al 1669. Compose opere teatrali di scarso valore: tre tragedie (Cléopâtre del 1635; Mort d'Achille del 1636 e Méléagre del 1641); una tragicommedia (Gustaphe ou L'heureuse ambition, 1637), una commedia (Iphis et Ianthe, 1637). Divenne famoso soprattutto per il sonetto Job, al quale Voiture rispose con il sonetto Uranie; ne nacque una disputa letteraria tra gli ammiratori di Benserade e quelli di Voiture.

Media


Non sono presenti media correlati