Questo sito contribuisce alla audience di

Bepi Colombo

missione e sonda interplanetaria dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) in collaborazione con l'Agenzia Spaziale Giapponese (JAXA) destinata all'esplorazione di Mercurio. La missione, battezzata con il nome di un grande pioniere dell'esplorazione dello spazio, l'italiano Giuseppe Colombo, detto Bepi, porterà una sonda sulla superficie di Mercurio nel 2010, dopo due anni e mezzo dal lancio previsto nel 2007 con un razzo Ariane 5. Il viaggio sarà di soli due anni e mezzo, invece di quattro, perché verrà utilizzato un modulo di propulsione elettrica a ioni alimentato da celle fotovoltaiche all'arseniuro di gallio per resistere alle alte temperature derivanti dalla vicinanza del Sole. La sonda dovrà scoprire perché Mercurio è così denso (il doppio della Luna), se il suo interno è solido o allo stato fuso, determinare l'origine del suo campo magnetico e studiare le tracce delle collisioni subite dal pianeta. Uno dei compiti della sonda sarà anche di stabilire l'eventuale presenza di acqua ghiacciata sotto la superficie dei poli, un altro quello di realizzare un mappa mineralogica della superficie. Una parte della sonda entrerà in orbita polare attorno al pianeta e farà riprese con due telecamere; un secondo orbiter disporrà di sette rivelatori per capire come influiscono i venti solari sul campo magnetico.

Media


Non sono presenti media correlati