Questo sito contribuisce alla audience di

Berenice (letteratura)

(francese Bérénice). Tragedia in 5 atti in versi del poeta francese Jean Racine, rappresentata a Parigi il 21 novembre 1670. È la tragedia della passione: l'amore rinuncia ai beni della terra per godere della purezza dei sentimenti. L'imperatore Tito, sottomessa la Giudea, ne ha portato a Roma la regina Berenice, a cui per amore ha promesso le nozze. Anche Antioco, re di Commagene e amico di Tito che l'ha voluto con sé a Roma, ama Berenice. Tito deve invece, per la legge e il costume di Roma, rinunciare a fare imperatrice una straniera. L'amore di Tito e di Antioco circonda Berenice che rinuncia dolorosamente all'imperatore e a Roma. Il dramma interiore delle tre anime semplici e sincere caratterizza una tragedia che, invece di fatti atroci, mostra nello strazio e nella sofferenza dei protagonisti un motivo di alta poesia. Racine trasse l'ispirazione da una frase di Svetonio e dal IV libro dell'Eneide. Contemporaneamente alla tragedia di Racine, P. Corneille scrisse e rappresentò Tito e Berenice, sullo stesso tema, spintovi, sembra, dai rivali di Racine.

Media


Non sono presenti media correlati