Questo sito contribuisce alla audience di

Berenice II

principessa egiziana (m. 221 a. C.). Figlia di Magas, re di Cirene, e sposa di Tolomeo III, fu forse uccisa dal figlio Tolomeo IV, il quale temeva che ella volesse assicurare il trono all'altro figlio Magas. Esercitò una benefica influenza sul marito e sul Paese e già in vita fu adorata, assieme al marito, col titolo comune di “Dei Evergeti”. Un ricciolo della sua chioma, dedicato alla dea Afrodite in un santuario presso Canopo e poi misteriosamente sparito, diede origine alla leggenda della costellazione detta appunto “Chioma di Berenice”. § Le fattezze di Berenice sono note da una serie di monete auree, in cui la regina è rappresentata con la testa ammantata e il diadema. Un suo ritratto marmoreo (Cirene, Museo) è notevole per i caratteri di pittoricismo e impressionismo propri della scultura alessandrina intorno alla metà del sec. III a. C.

Media


Non sono presenti media correlati