Questo sito contribuisce alla audience di

Berg, Paul

biochimico statunitense (New York 1926). Professore di biochimica all'Università di Stanford, è considerato il padre dell'ingegneria genetica: a lui si devono infatti le prime manipolazioni del patrimonio genetico a livello cellulare. Queste tecniche, sebbene ancora sperimentali, sono suscettibili di importanti applicazioni pratiche in biologia molecolare, virologia e farmacologia. Per i suoi contributi allo studio dei meccanismi genetici Berg ha condiviso con W. Gilbert e F. Sanger il premio Nobel 1980 per la chimica.

Media


Non sono presenti media correlati