Questo sito contribuisce alla audience di

Berger, Peter L.

sociologo statunitense di origine austriaca (Vienna 1929). È uno fra i più rappresentativi ricercatori e docenti universitari nel campo della sociologia della conoscenza e della religione. Ha sviluppato nella sua opera più significativa, The Social Construction of Reality (1966, scritta con A. T. Luckmann; trad. it. La realtà come costruzione sociale, 1969), un'interpretazione dei processi che producono la percezione collettiva del mondo sociale. A questa percezione si connettono le più complesse interazioni fra individui e gruppi. Strumento privilegiato della comunicazione è il linguaggio, ma è la vita quotidiana nella sua interezza a dover essere posta per Berger al centro di un'efficace osservazione sociologica. L'autore ha affiancato all'attività scientifica l'insegnamento, prima presso la Rutgers University poi alla Boston College. Dal 1985 è direttore dell'Institute for the Study of Economic Culture. Le opere principali, oltre a quella già citata sono: Invitation to Sociology: a Humanistic Perspective (1963; Invito alla sociologia-Una prospettiva umanistica), A Rumor of Angels (1969; Un brusio di angeli), The War Over the Family: Capturing the Middle Ground (1983, con B. Berger; In difesa della famiglia borghese), The Capitalist Revolution: Fifty Propositions About Prosperity, Equality and Liberty (1988; La rivoluzione capitalistica: prosperità, uguaglianza, libertà), The Comic Dimension of Human Experience (1997), pubblicato in Italia nel 1999 con il titolo Homo ridens, è un saggio in cui il tema di fondo è il comico, che rappresenta una vera e propria sospensione dalla quotidianità.Nel 2005 ha pubblicato Questioni di fede.

Media


Non sono presenti media correlati