Questo sito contribuisce alla audience di

Bernhardt, Sarah

pseudonimo dell'attrice drammatica e cinematografica francese Henriette-Rosine Bernard (Parigi 1844-1923). Debuttò alla Comédie-Française nel 1862, ma presto passò ad altre sale (Gymnase, Odéon); raggiunta la fama con Le passant di F. Coppée (1869) e Ruy Blas di V. Hugo (1872), fu dal 1872 al 1879 nuovamente alla Comédie (dove trionfò in Fedra di Racine e in Ernani di V. Hugo), quindi allestì una propria compagnia accogliendo in repertorio i drammi a forti tinte di V. Sardou (Fedora, dal 1882; Théodore, La Tosca), opere come La signora delle camelie di Dumas figlio e testi di cui interpretava le parti maschili (dall'Amleto di Shakespeare all'Aiglon di Rostand, suo ultimo grande successo nel 1901). Intelligente e irrequieta, gracile eppure dotata di un forte temperamento, la Bernhardt fu la più acclamata attrice francese del suo tempo. Dei sette film cui partecipò, La reine Elisabeth (1912) fu accolto con enorme successo negli Stati Uniti. La Bernhardt fu anche scrittrice: drammi, novelle, romanzi e un volume di memorie (Ma double vie, 1907).

Bibliografia

E. Pronier, Une vie au théâtre: Sarah Bernhardt, Ginevra, 1936; M. Rostand, Sarah Bernhardt, Parigi, 1950; F. Sagan, Sarah Bernhardt, Milano, 1988.

Media


Non sono presenti media correlati