Questo sito contribuisce alla audience di

Berthier, Louis Alexandre

maresciallo di Francia (Versailles 1753-Bamberg, Baviera, 1815). Iniziò la carriera militare nel 1770; fedele al re, poi alla repubblica, fu dal 1796 capo di Stato Maggiore dell'armata d'Italia e rimase da questo momento legato a Napoleone, di cui assecondò la politica estera; più volte ministro della Guerra (1800-07), maresciallo nel 1804, maggiore generale della Grande Armée (1805-14), ottenne il titolo di principe di Neuchâtel e poi di principe di Wagram. Accostatosi dopo la prima Restaurazione a Luigi XVIII che lo nominò pari di Francia, durante i Cento Giorni si rifugiò a Bamberg dove morì in modo misterioso (si dice per una caduta).

Media


Non sono presenti media correlati