Questo sito contribuisce alla audience di

Bettóna

comune in provincia di Perugia (20 km), 353 m s.m., 45,20 km², 3784 ab. (bettonesi), patrono: san Crispolto (12 maggio).

Centro posto sulla sommità di un colle in posizione dominante la valle del fiume Chiascio. Municipio romano con il nome di Vettona, fu libero comune fin dal sec. XII e oggetto di disputa tra Perugia, Assisi, i Baglioni e i papi. Nel 1352 si arrese a Perugia dopo un lungo assedio. Restaurato e ripopolato dal cardinal Albornoz (cui si deve la cinta muraria), passò poi ai Baglioni e seguì le sorti di Perugia. Nel 1682 tornò definitivamente allo Stato Pontificio.§ Dell'età etrusca sono i resti di cinta muraria (sec. VI a. C.), ai quali si sono sovrapposte le mura medievali. Sulla piazza prospettano i due principali monumenti: la chiesa di Santa Maria Maggiore (sec. XIII, ristrutturata nel Seicento) con la facciata incompiuta e il Palazzo del Podestà (sec. XIV), sede della pinacoteca che conserva opere del Perugino e di Dono Doni.§ La zona collinare è coltivata a olivo e vite, mentre nella pianura si producono ortaggi, frutta e tabacco; sviluppato è l'allevamento del bestiame (suino e bovino). L'industria è presente soprattutto nei settori alimentare e metalmeccanico. Consistente lo sviluppo turistico.

Media


Non sono presenti media correlati