Questo sito contribuisce alla audience di

Bianchi Bandinèlli, Ranùccio

archeologo e critico d'arte italiano (Siena 1900-Roma 1975). È stato professore universitario e direttore generale della Sovrintendenza alle Antichità e Belle Arti. I suoi numerosi e importanti studi (Storicità dell'arte classica, 1943, seconda edizione 1950; Archeologia e cultura, 1961; Roma, l'arte romana nel centro del potere, 1969; Roma, la fine dell'arte antica, 1971) sono impostati sull'interpretazione storico-estetica delle opere d'arte antica. Testimonianze del suo impegno politico e culturale sono il Diario di un borghese (1948) e L'Italia storica e artistica allo sbaraglio (1974), raccolta di scritti di denuncia sulle condizioni del patrimonio storico-artistico italiano. Postuma è uscita la Introduzione all'archeologia come storia dell'arte classica (1976).

Media


Non sono presenti media correlati