Questo sito contribuisce alla audience di

Binford, Lewis Roberts

antropologo e archeologo statunitense (Norfolk, Virginia, 1930). Dopo essersi diplomato presso il Virginia Polytechnic Institute (1952), Binford si forma, a livello universitario, studiando antropologia presso la University of North Carolina e la University of Michigan, dove consegue il dottorato di ricerca (1964). Per qualche anno opera come assistente, poi, nel 1966, viene nominato professore associato presso il Dipartimento di Antropologia della University of California. È l'inizio di una carriera accademica brillantissima, svolta per oltre vent'anni presso la University of New Mexico (1968-1991) e proseguita presso il prestigioso dipartimento di antropologia della Southern Methodist University di Dallas, nel Texas, una delle istituzioni più importanti a livello internazionale nel campo degli studi di antropologia e paletnologia. A ciò si aggiungono i numerosi incarichi di visiting professor, che hanno portato Binford a tenere corsi e seminari, oltre che in vari colleges degli USA, in Gran Bretagna, Repubblica Sudafricana, India, Cina, Svezia, Danimarca e Olanda. Il contributo dato da Binford allo sviluppo dell'archeologia moderna è di straordinaria rilevanza e va ricondotto alla definizione di quella corrente di studi e ricerche battezzata New Archaeology, movimento del quale lo studioso è stato uno dei maggiori ispiratori che ha costituito e costituisce uno dei presupposti fondamentali per lo sviluppo della etnoarcheologia. Egli ha elaborato e sperimentato il suo approccio metodologico attraverso numerose campagne e missioni, condotte sia negli USA sia all'estero (Cina, Tanzania, Repubblica Sudafricana), operando su contesti archeologici, ma anche in ambito più strettamente etnografico, come nel caso della fondamentale ricerca che ha avuto per oggetto la tribù eschimese dei Nunamiut. Fra i titoli più significativi della sua vasta bibliografia, ricordiamo: New Perspectives in Archaeology (curato insieme alla moglie Sally, anch'ella archeologa; 1968), An Archaeological Perspective (1972), Nunamiut Ethnoarchaeology (1978), Bones: Ancient Men and Modern Myths (1981), In Pursuit of the Past: Decoding the Archaelogical Record (1983; pubblicato in Italia nel 1990 con il titolo di Preistoria dell’Uomo), Working at Archaeology (1983), Debating Archaeology (1989), e Constructing Frames of Reference (2001).

Media


Non sono presenti media correlati