Questo sito contribuisce alla audience di

Biot, Jean-Baptiste

fisico, astronomo e matematico francese (Parigi 1774-1862). Compì ricerche sulla natura della luce e sulla sua polarizzabilità, enunciando la legge, che porta il suo nome, sulla dipendenza fra potere rotatorio specifico e concentrazione di soluzioni liquide attive. Nel campo elettromagnetico, con F. Savart formulò la legge circa l'azione della corrente elettrica in un conduttore rettilineo. In campo astronomico, è noto per il suo Traité élémentaire d'astronomie physique e per aver definitivamente stabilito l'origine extraterrestre delle meteore (1806).

Legge di Biot e Savart

Un conduttore rettilineo percorso da una corrente di intensità i genera un campo magnetico H le cui linee di forza sono circonferenze con centro nel filo. L'intensità del campo magnetico H in un punto generico A, a una distanza r dal conduttore, nel Sistema Internazionale (SI), è data dall'espressione ; il verso di H si ricava dalla regola dell'uomo di Ampère.

Media


Non sono presenti media correlati