Questo sito contribuisce alla audience di

Bisignano

comune in provincia di Cosenza (32 km), 350 m s.m., 85,28 km², 10.924 ab. (bisignanesi), patrono: san Francesco di Paola (2 aprile).

Cittadina situata ai piedi della Sila Greca, nel Vallo del Crati. Alcuni rinvenimenti della prima Età del Ferro testimoniano che il paese fu abitato in epoca protostorica (sec. IX-VIII a.C.). Forse da identificare con l'antica Besidiae ricordata da Livio, nota nel Medioevo come Visinianum, sede vescovile dal 743, alla fine del sec. IX fu occupata dai Greci, poi venne presa più volte dai Saraceni (sec. XI). Libero comune nel 1054, divenne poi dominio dei Sanseverino e fu da allora uno dei feudi italiani di maggior prestigio.§ La cattedrale, più volte rimaneggiata, conserva dell'originaria costruzione gotica il portale e, all'interno, tele secentesche e sculture lignee dei sec. XVII-XVIII. Portali ogivali quattrocenteschi sono anche nel vicino Palazzo Vescovile e nella chiesa dei Riformati, all'interno della quale è una tela attribuita a Luca Giordano.§ All'agricoltura (uva, olive, cereali, ortaggi, frutta) e alla silvicoltura si affiancano l'artigianato di liuteria, assai rinomato, e l'industria, che opera nei settori alimentare (olio, trasformazione dei prodotti ortofrutticoli, salumi), calzaturiero (tomaie), metallurgico, della ceramica, dei materiali edili (calcestruzzo), tessile e dell'abbigliamento (filati, calze).

Media


Non sono presenti media correlati