Questo sito contribuisce alla audience di

Blais, Marie-Claire

scrittrice canadese di lingua francese (Québec 1939). È autrice di numerosi romanzi, ove la critica sociale si unisce a una ricerca di rinnovamento formale analoga a quella delle avanguardie francesi. Tra i suoi scritti si ricordano: La belle bête (1959), Une saison dans la vie d'Emmanuel (1965), Le loup (1973), La liaison parisienne (1976), Le sourd dans la ville (1980), Visions d'Anna ou le vertige (1982), le raccolte di novelle, Pierre (1984), L'ange de la solitude (1989), Soifs (1995), una commedia Un Jardine dans la Tempête (1990). Ha vinto molti premi letterari tra cui il Premio Internazionale Unione Latina (1999) e il Premio W.O. Mitchell (2000) e con il romanzo Dans la foudre et la lumière (2001) offre un inno al fragile splendore della terra e la forza redentrice dell'arte.

Bibliografia

V. Nadeau, Marie-Claire Blais: le noir et le tendre, Montréal, 1974; G. Bataille, La littérature et le mal, Parigi, 1975; H. Mitterand, Le discours du roman, Parigi, 1980.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti