Questo sito contribuisce alla audience di

Boemóndo VI

principe di Antiochia e conte di Tripoli (ca. 1238-1275). Figlio di Boemondo V, dopo un periodo di reggenza della madre Luciana di Segni assunse il potere ancora in età minore (1252) per intervento del papa Innocenzo IV. Riconciliatosi con Hethum I, re della Piccola Armenia, ne seguì la politica di alleanza con i Mongoli contro i Turchi, che gli costò la perdita di Antiochia per opera del sultano mamelucco Baybars (1268). Passato a Tripoli, ottenne nel 1271 una tregua per dieci anni e riuscì a conservare la città lasciandola poi al figlio Boemondo VII.

Media


Non sono presenti media correlati