Questo sito contribuisce alla audience di

Boffrand, Germain

architetto e trattatista francese (Nantes 1667-Parigi 1754). Collaboratore di Mansart (dal 1687 come disegnatore e assistente alla costruzione dell'Orangerie di Versailles), ne svolse il gusto monumentale in uno stile meno aulico, più rispondente alle esigenze di decoro dell'aristocrazia e dell'alta borghesia francesi, di cui divenne uno degli architetti preferiti. Primo architetto (1711) del duca di Lorena, per il quale lavorò a Nancy, eseguendo nel 1712 il fastoso castello della Malgrange, e a Lunéville, dove nel 1719 edificò un castello sul modello di Versailles, operò soprattutto a Parigi, creando un nuovo tipo di casa privata, l'hôtel. Sono da ricordare gli Hôtels di Mayenne, Lebrun, Amelot, Duras e Soubise; quest'ultimo, iniziato nel 1710, è il più significativo per la raffinata decorazione degli interni, importante nella formazione del gusto rococò, sia pure moderato da un certo rigore classicista. Influssi dello stile di Boffrand si ebbero anche fuori di Francia, per il tramite della sua attività a Würzburg. Lasciò un importante Livre d'architecture (1745) con i disegni dei principali edifici da lui eseguiti.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti