Questo sito contribuisce alla audience di

Bolívar (Venezuela)

Stato federato (238.000 km²; 1.122.975 ab. secondo una stima del 1996; capitale Ciudad Bolívar) del Venezuelasudorientale, situato al confine col Brasile e la Guyana. È il più vasto della Federazione (e tra i meno densamente popolati), quasi interamente esteso sul basamento cristallino del massiccio della Guayana, culminante nel Cerro Roraima (2875 m). Drenato dall'Orinoco, interamente navigabile, e dai suoi tributari di destra, tra i quali il Caroní (un cui subaffluente forma qui il salto Angel, la più alta cascata del mondo) e il Caura, ha clima tropicale caldo, con piogge abbondanti. Più dell'agricoltura (riso, canna da zucchero, tabacco, frutta tropicale) e dell'allevamento bovino, praticato nei bassopiani dell'Orinoco, sono cospicue le risorse forestali, che ricoprono i 3/4 ca. del territorio, e quelle minerarie: ferro, manganese, mica, bauxite, magnesite, oro, diamanti. Enorme è inoltre il potenziale idroelettrico del Río Caroní, già sfruttato per le centrali di Guri e di Macagua. Oltre alla capitale, è importante Ciudad Guayana (o Santo Tomé de Guayana), dove sono situati poderosi e modernissimi impianti siderurgici e metallurgici.

Media


Non sono presenti media correlati