Questo sito contribuisce alla audience di

Boldini, Giovanni

pittore italiano (Ferrara 1842-Parigi 1931). Studiò all'Accademia di Firenze e aderì per un certo tempo alla tecnica dei macchiaioli (Ritratto del pittore Abbati, Buenos Aires, Collezione H. Bracaras; Il pittore C. Banti all'armonium, Firenze, Galleria d'Arte Moderna). Recatosi a Londra nel 1870, fu influenzato dalla ritrattistica inglese (in particolare quella di Gainsborough) e vi ottenne un grande successo con alcune sue opere. La fase più brillante della sua carriera si svolse però a Parigi, dove si stabilì definitivamente nel 1871, salvo alcuni viaggi in Olanda (1876) e in Spagna (1887-89). Divenuto il pittore alla moda del bel mondo parigino, dipinse inconfondibili ritratti femminili dove le immagini si assomigliano tutte e sottintendono la sottile ironia con la quale Boldini guardò a quell'ambiente raffinato, ripreso con smaglianti effetti di colore, resi guizzanti da una pennellata energica, spedita, vitale. Alcune opere sono alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma e tra queste il notevole Ritratto di Giuseppe Verdi.

Bibliografia

D. Cecchi, Boldini, Torino, 1962; E. Cardona, R. Degrada, E. Piceni, Boldini, Milano, 1966; E. Camesasca, L'opera completa di Boldini, Milano, 1970; P. Mauries, A. Borgogelli, Boldini, Milano, 1987.

Media

Giovanni BoldiniGiovanni Boldini