Questo sito contribuisce alla audience di

Borghési, Bartolomèo, cónte-

numismatico ed epigrafista italiano (Savignano sul Rubicone 1781-San Marino 1860). Figlio di Pietro, valente numismatico, studiò a Ravenna e a Bologna e poi a Roma. Nel 1821 si ritirò a San Marino dove fu nominato segretario di Stato. Fu il principale degli epigrafisti latini prima del Mommsen che lo considerò suo maestro. Sostenne e incoraggiò la pubblicazione del Corpus inscriptionum Latinarum e lasciò numerosi scritti che Napoleone III fece ristampare in una raccolta fermatasi dopo il decimo volume (Oeuvres de Bartolomeo Borghesi, 1862-97). Scrisse anche numerose dissertazioni di numismatica fra cui le Osservazioni numismatiche pubblicate in 17 decadi nel Giornale Araldico (1821-40), importanti soprattutto per la numismatica repubblicana romana.

Media


Non sono presenti media correlati