Questo sito contribuisce alla audience di

Borowczyk, Walerian

cineasta polacco (Kwilcz 1923-Parigi 2006). Autore in patria e, dal 1959, in Francia di beffardi e atroci film d'animazione per adulti (Le théâtre de M. et Mme Kabal, 1967), ha poi trasfuso nel cinema la sua vena satirica (Goto, l'île d'amour, 1968; Blanche, 1971), acquistando con Racconti immorali (1974) fama di regista erotico inviso alle censure. Nei film successivi (La bestia, 1975; Interno di un convento, 1977; Lulù, 1980), tutti di origine letteraria, ha riaffermato un elegante e provocatorio gusto per il dettaglio, sia di oggetti sia del corpo femminile, tra feticismo ed erotismo “alla Bataille”. La sua opera migliore è polacca: Storia di un peccato (1975), da Žeromski, ritratto sensuale e graffiante della vecchia società. Nel 1981 ha girato Dr. Jekyll et les femimes (tit. it. Nel profondo del delirio), tratto dal celebre romanzo di R. L. Stevenson e nel 1986 il quinto episodio della saga erotica di Emmanuelle. Nel 1988 gira Regina della notte film letterario tratto da un racconto di A. Pieyre de Mandiargues.

Media


Non sono presenti media correlati