Questo sito contribuisce alla audience di

Bourbon del Mónte Santa Marìa

nobile famiglia toscana discendente da un Ranieri (m. 1030) che per un certo periodo tenne il marchesato di Toscana, concesso poi nel 1027 a Bonifacio di Canossa, in seguito all'opposizione di Ranieri all'imperatore Corrado II. La denominazione di marchesi del Monte Santa Maria fu il titolo del reggente del marchesato, istituito a causa delle liti sorte fra le varie famiglie, che ebbe inizio nel 1132 con Girolamo di Ranieri. I marchesi del Monte furono per lo più uomini d'arme e diplomatici; alcuni si dedicarono agli studi e alla carriera ecclesiastica: tra questi Ranieri (1516-1587), ricordato da Bernardo Tasso nell'Amadigi e dall'Aretino. Guidobaldo (1545-1607), insigne matematico, amico di Tasso e Galileo. Francesco Maria (1549-1626), cardinale in sostituzione di Ferdinando de' Medici, divenuto granduca di Toscana. Dopo 32 reggenti, l'ultimo dei quali fu Pietro di Francesco, nel 1809 il feudo venne soppresso e aggregato all'Impero francese; il 29 agosto 1815 il marchesato fu annesso al granducato di Toscana.

Media


Non sono presenti media correlati