Questo sito contribuisce alla audience di

Bouts, Dirk

(o Dierik o Thierry). Pittore olandese-fiammingo (Haarlem ca. 1415-Lovanio 1475). Educatosi forse a Haarlem e a Bruxelles presso R. van der Weyden, probabilmente già nel 1448 si trasferì a Lovanio. La sua arte, i cui modi rivelano affinità con Petrus Christus e R. van der Weyden, è comunque sempre personalissima nell'interpretazione dei valori formali e luministici tipicamente olandesi, nelle soluzioni spaziali e coloristiche; essa è notevole per il senso di luce metafisica e atmosferica al tempo stesso che aleggia sulle figure solidamente plastiche e negli interni, costruiti liberamente per prospettiva centrale e per successione di piani. Tra le opere che gli vengono attribuite, ricordiamo l'altare con Storie della Vergine (ca. 1440; Madrid, Prado), l'Altare della Passione (ca. 1450; Cappella Reale di Granada), il Martirio di S. Erasmo (1456; Lovanio, S. Pietro), Il Giudizio di Dio e Il Giudizio dell'imperatore Ottone (1470-75), ora ai Musei Reali di Bruxelles. § Il figlio Aelbrecht (Lovanio ca. 1455-1549), assieme con il fratello maggiore Dirk il Giovane (1448-1491), lavorò nella sua bottega e quindi per le chiese di Lovanio, ripetendo per lo più i modi e i temi del padre. Dalla chiesa di S. Pietro proviene il Trittico dell'Assunzione, ora al Museo di Bruxelles, che lo mostra fortemente influenzato da Van der Goes. Il piccolo trittico dell'Adorazione dei Magi dell'Alte Pinakothek di Monaco viene da alcuni attribuito a Dirk il Giovane.

Media

Dirk Bouts