Questo sito contribuisce alla audience di

Boville Èrnica

comune in provincia di Frosinone (16 km), 450 m s.m., 28,13 km², 8873 ab. (bovillensi), patrono: san Pietro Ispano (11 marzo) e san Rocco (16 agosto).

Centro su un colle della media valle del fiume Liri. È l'antica Babucus, che, fiorente municipio romano, fu distrutto dai saraceni nel sec. IX. Appartenne all'abbazia di Montecassino e dal 1024 a signori locali che lo governarono per quattro secoli. Nel 1582 fu privato della sua autonomia da Gregorio XIII.§ Dell'epoca medievale sono l'intera cinta muraria, con diciotto torri quadrate e circolari e tre porte (sec. IX); l'imponente castello Filonardi; il palazzo dei Nobili; la struttura urbanistica del centro storico e la chiesa di San Pietro (sec. XII, molto rimaneggiata). Del sec. XVIII sono le chiese di Santo Stefano e di Santa Maria del Suffragio, la parrocchiale tardobarocca di San Michele Arcangelo e altri palazzi. Nei dintorni vi sono le mura ciclopiche e resti archeologici dell'antico insediamento ernico.§ All'agricoltura (cereali, olivi e vigneti) e all'allevamento di suini (con produzione di insaccati) si affiancano varie aziende artigiane nel settore alimentare (mulini), del legno, dell'edilizia e della meccanica. Attivo il turismo.

Media


Non sono presenti media correlati