Questo sito contribuisce alla audience di

Brégno, Andrèa

scultore italiano (Osteno, Como, tra il 1418 e il 1421-Roma 1503). Fu attivo specialmente a Roma, dove lasciò molti monumenti funebri e altari (in S. Maria in Aracoeli, in S. Pietro in Vincoli, in S. Maria sopra Minerva, in S. Maria del Popolo, nella chiesa dei SS. Apostoli). Lavorò anche a Siena (altare Piccolomini nel duomo, 1481) e a Viterbo (tabernacolo nella chiesa della Madonna della Quercia). Il tipo dei suoi monumenti, caratteristici per le statue entro nicchie fiancheggiate da lesene e per la decorazione classicheggiante, fitta ma gracile, fu molto diffuso dalla sua bottega.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti