Questo sito contribuisce alla audience di

Braga (distretto)

distretto del Portogallo nordoccidentale, 2706 km², 831.366 ab. (2001), 307 ab./km², capoluogo Braga. Confini: Viana do Castelo (N), Vila Real (E), Porto (S), oceano Atlantico (W); Spagna (NE).

Il territorio di Braga che si estende nella sezione costiera settentrionale con una costa bassa e lineare, è interessato a E dalla Serra do Gêres e dalla Serra Cabreira (1261 m), ed è attraversato dai fiumi Lima e Cavado. Il clima è di tipo atlantico, i venti occidentali provocano abbondanti precipitazioni (fino a 3000 mm nelle zone di montagna); si tratta infatti della zona più piovosa del Portogallo. La popolazione è in aumento a causa dei flussi migratori provenienti dalle regioni interne, che si stabilizzano nell'area costiera più urbanizzata e industrializzata. Il capoluogo, ubicato nell'interno, è un attivo mercato agricolo e centro industriale, dotato di aeroporto internazionale. L'infrastruttura viaria è articolata su due assi paralleli: quello costiero e un altro interno che collega Braga agli altri centri industriali di Guimarães, Barcelos e Santo Tirso. Nell'entroterra, ai confini con la Spagna e con il distretto di Viana do Castelo, si estende il Parco Nazionale di Peneda Geres, istituito nel 1971, tra la Serra Peneda e quella Do Geres. L'emergenza ambientale principale è rappresentata dagli incendi che distruggono i sughereti. § Risorse principali sono l'agricoltura (cereali, uva, olive), l'allevamento, lo sfruttamento forestale e la pesca. Le industrie, attive nei settori tessile, alimentare, calzaturiero, della carta e delle armi, informatica ed elettronica, sono concentrate nel capoluogo e nei centri di Guimarães, Barcelos, Fafe e Santo Tirso.

Media


Non sono presenti media correlati