Questo sito contribuisce alla audience di

Braschi

famiglia romagnola, forse di origine svedese, di cui si hanno notizie certe a partire da Giacomo, piemontese, castellano della rocca di Cesena (1471). La genealogia, tuttavia, è sicura solo da Andrea (1548) e comprende: Pietro, Antonio, Francesco, Marco Aurelio padre di Giannangelo, poi papa Pio VI. Questi, perché non venisse meno il nome della famiglia, permise che i figli della sorella assumessero anche il cognome materno, dando così origine alla famiglia dei Braschi-Onesti. Di essi, Luigi (Cesena 1745-Roma 1816) negoziò il Trattato di Tolentino (1797) e fu sindaco di Roma nel 1810 e Romualdo (Imola 1755-Roma 1817), cardinale, segretario dei Brevi e camerlengo, accompagnò Pio VII a Parigi nel 1804 e venne espulso da Roma (1809) per ordine di Napoleone.

Media


Non sono presenti media correlati