Questo sito contribuisce alla audience di

Breuer, Joseph

neuropsichiatra austriaco (Vienna 1842-1925). Nella storia della psicopatologia, il suo nome è strettamente legato a quello di S. Freud e agli inizi della psicanalisi. Inizialmente Breuer aveva compiuto studi fondamentali di neurofisiologia, descrivendo un importante riflesso respiratorio (il riflesso di Hering-Breuer, 1868) e scoprendo la funzione sensoriale dei canali semicircolari dell'orecchio (1875). Nel 1881 Breuer iniziò la collaborazione con Freud: applicando la terapia ipnotica a una paziente isterica, Anna O., i due studiosi elaborarono il metodo catartico (catarsi) e, approfondendo gli studi sull'isteria, giunsero a identificare il concetto di inconscio da cui avrebbe preso le mosse tutta la dottrina psicanalitica. In seguito fra i due sorsero divergenze a proposito della terapia ipnotica a cui Breuer rimase sempre fedele e che Freud abbandonò. Dalla loro collaborazione, comunque, nacque l'importante opera Studien über Hysterie (1895; 1922; Studi sull'isteria).

Media


Non sono presenti media correlati