Questo sito contribuisce alla audience di

Brierre, Jean-François

poeta haitiano di lingua francese (Jérémie 1909-1992). Maestro, poi addetto culturale al Ministero degli Esteri, si impegnò nell'azione rivoluzionaria, fondando il giornale di opposizione La Bataille. Fu più volte imprigionato e costretto all'esilio. L'opera in prosa Les horizons sans ciel (1953) e soprattutto le raccolte poetiche, tra cui Chansons secrètes (1933), Nous garderons le Dieu (1945), La nuit (1955), Cantique à trois voix (1960), Découvertes (1966), Images d'argile et d'or (1977), Un Noël pour Gorée (1980), Sculpture de proue (1983), s'impongono per profondità d'ispirazione.

Media


Non sono presenti media correlati