Questo sito contribuisce alla audience di

Brjansk (provincia)

(Brjanskaja oblast’). Provincia della Russia occidentale, 34.900 km², 1.331.363 ab. (stima 2006), 38 ab./km², capoluogo: Brjansk. Confini: province di Kaluga, Kursk, Orel e Smolensk; Ucraina (S), Bielorussia (W).

Il territorio è situato in una fertile regione pianeggiante attraversata da numerosi corsi d'acqua, tra i quali il principale è il fiume Desna. L'area è ricoperta di foreste (conifere), che comprendono il 40% della sua superficie. Il clima è continentale. La popolazione è composta per la maggior parte da russi, seguiti da ucraini, bielorussi e armeni. Quella di Brjansk è una delle province più sviluppate dal punto di vista economico: l'agricoltura dà grano, segale, canapa, barbabietole da zucchero, patate; notevoli sono le risorse forestali, che alimentano un fiorente commercio del legname e importanti cartiere. Le altre attività industriali, concentrate nell'area intorno al capoluogo, riguardano soprattutto i settori siderurgico, cementiero e chimico, in quanto le risorse principali sono fosforiti, sabbie da vetro, gesso, sabbie per costruzioni. La provincia ha subito gravi danni da contaminazione radioattiva dopo l'incidente nucleare di Černobyl del 1986. Oltre al capoluogo, i centri principali sono Novozybkov e Klincy.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti