Questo sito contribuisce alla audience di

Broadacre City

progetto per una “libera città” proposto da F. L. Wright nel 1934. Più che città Broadacre City deve considerarsi un modo di urbanizzazione: la città “dovunque e in nessun luogo”. Decentramento e urbanizzazione costituiscono gli elementi fondamentali per un “riassestamento organico della struttura sociale e civile americana”. Secondo il piano di Wright, a ciascun cittadino deve essere concesso un acro (ca. 4000 m²) di terreno in modo che ogni famiglia possa isolarsi nel verde; gli edifici pubblici, privati o industriali “diverranno un alto pennone o una striscia luminosa nella campagna”; i servizi pubblici devono essere costruiti sottoterra; non più “strade verticali su folle che circolano in basso sopra una scacchiera”, ma grandi strade inserite nel paesaggio secondo l'andamento del terreno, protette e circondate da alberi; i laghi, le montagne devono essere “resi più facilmente accessibili” dalla motorizzazione aerea. Dal nuovo standard di spazio (vasta estensione e bassa densità territoriale) risulta un territorio omogeneo la cui qualifica formale è affidata al singolo elemento architettonico e non più al generale disegno urbano.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti