Questo sito contribuisce alla audience di

Brodolini, Giàcomo

sindacalista e uomo politico italiano (Recanati 1920-Zurigo 1969). Partecipò alla lotta antifascista nel Partito d'Azione e nel 1947 s'iscrisse al Partito Socialista Italiano insieme a Riccardo Lombardi ed Emilio Lussu. Chiamato da Rodolfo Morandi a Roma nel 1950, partecipò alla vita della CGIL fino a diventarne vicesegretario nazionale dal 1955 al 1960. Lasciato l'impegno sindacale e dedicatosi alla vita di partito divenne vicesegretario nel 1963, e ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale nel 1968, sostenendo in pochi mesi una serie di riforme nel campo della previdenza, del salario, del collocamento, dell'assistenza sanitaria e riuscendo a mettere a punto e far approvare lo Statuto dei lavoratori.

Media


Non sono presenti media correlati