Questo sito contribuisce alla audience di

Budé, Guillaume

(latino Budaeus). Filologo e umanista francese (Parigi 1467-1540) che si dedicò allo studio del greco, sotto la guida di Lascaris, divenendo il maggior ellenista del suo tempo. Tradusse dal greco in latino Plutarco e San Basilio, pubblicò Annotations aux pandectes (1508), un'opera sulle monete antiche, De asse et partibus eius (1514), il miglior trattato di numismatica e di metrologia del primo Cinquecento e Commentarii linguae grecae (1529). Scrisse ancora Preceptes au prince e De philologia. A questa intensa attività culturale si accompagnò la partecipazione alla vita pubblica, come segretario e bibliotecario di Francesco I che, su pressione di Budé, fondò il Collège de France. La sua opera segna il passaggio dal Medioevo al Rinascimento e inaugura un nuovo metodo di studio, basato sulla ricerca storica e su un'approfondita conoscenza linguistica.

Media


Non sono presenti media correlati